Burro di Karité

Selezionata con cura dalla Natura

Il frutto dell’albero di karité è ricco di vitamine, minerali e proteine. Secondo tradizione, la noce di karité viene raccolta tra metà giugno e metà settembre. Liberata della polpa, la mandorla viene in seguito essiccata, frammentata, tostata, pestata e macinata manualmente o al mulino fino a essere ridotta in una pasta spessa. A questa pasta viene aggiunta dell’acqua, e il tutto viene portato ad ebollizione e successivamente filtrato per eliminare le varie impurità. Il burro che si ottiene in questo modo è di colore bianco-avorio e ha un odore gradevole e leggermente dolce e aiutano a nutrire e idratare la pelle.

Preziosa per la pelle

Come i grassi naturali, anche il burro di karitè è efficace per ridurre la comparsa di rughe e migliorare l’elasticità della pelle. Aiuta anche a combattere i danni provocati dei radicali liberi. E’ ricco infatti di vitamine, minerali, proteine e acidi grassi che rendono la pelle idratata ed elastica. È per questo che usiamo questo ingrediente in molti preparati cosmetici.

Da che parte del mondo proviene?

L’albero di Karitè (Butyrosperum parkii), dal quale si ottiene il burro di karité, si trova principalmente a sud del deserto del Sahara in Africa occidentale. Dal 1300, la coltivazione del burro di karitè è stata un’importante fonte di reddito nei paesi africani. Oggi, molte persone lo chiamano “oro delle donne”, perché offre una occupazione per le donne in località remote. Nel villaggio è comune che la produzione e trasformazione del burro sia affidata alle donne mentre gli uomini sorvegliano la commercializzazione e la spedizione.

Iscritivi alla Newsletter, riceverai tutti i mesi le nostre BEAUTY TIPS con tanti preziosi consigli di bellezza e benessere.